Cappotto interno

ISOLAMENTO TERMICO INTERNO 
PER ABITAZIONI IN EMILIA ROMAGNA

L’isolamento termico interno funziona, ovviamente, in maniera leggermente diversa, dal momento che coinvolge gli interni della casa e dunque deve risultare il meno possibile invasivo, in modo tale da non arrecare eccessivo disturbo agli inquilini dell’edificio. In ogni caso, se parliamo di isolamento termico interno tradizionale, si tratta pur sempre di intervenire sulle pareti interne applicando su di esse una pannellatura specifica fatta di materiale isolante e cartongesso già forniti di barriera al vapore per il contrasto delle muffe. Per fare ciò, spesso si ricorre alla rimozione della finitura della parete, per rimpiazzarla con questa nuova struttura; in alternativa, si ricorre a una sorta di telaio interno formato da lastre in cartongesso o gessofibra che contengono uno strato di fibra di roccia deputato a fungere da isolante. In questo modo, si realizzano delle vere e proprie contropareti.

Vantaggi e svantaggi dell'isolamento termico interno

I vantaggi di tale tecnica sono ovviamente rappresentati da una migliore coibentazione degli ambienti. L’inconveniente principale è però rappresentato dalla volumetria interna che viene in parte “mangiata” da questa nuova struttura. Inconveniente non di poco conto, soprattutto in presenza di edifici dalle dimensioni contenute. Inoltre, spesso si è costretti a togliere e riposizionare tutti i dispositivi che aggettano sugli interni dal muro e considerando termosifoni, scaldabagni, eventuali mobili pensili, e soprattutto prese della corrente elettrica, telefoniche o dell’antenna TV, non si tratta di pochi elementi, tutt'altro. Tuttavia, a volte si è costretti a ricorrere all’isolamento termico interno, soprattutto nel caso di edifici storici sottoposti a vincoli, che non possono subire modifiche nelle facciate esterne.
Se desidera scoprire quale tipologia di intervento è più adatta al suo edificio, chiami il +39 0536 076515 per un sopralluogo gratuito
Share by: